In questi giorni si sta facendo largo l’idea di una possibile uscita dell’Italia dalla zona euro. Tra economisti e uomini politici ci sono diverse opinioni. C’è chi dice che tornare alla lira in questo momento sarebbe dannoso per il nostro Paese, e c’è chi pensa, al contrario, che l’uscita dell’Italia dalla zona euro è l’unica via d’uscita per far fronte alla grave crisi economica in cui si trova il Paese.

Al via nel 2012 le nuove regole globali sui patrimoni di vigilanza delle banche. La crisi ha insegnato che ci vuole severità nel valutare il capitale 'reale' degli istituti. Possibili innovazioni sui crediti fiscali preoccupano gli intermediari italiani. La crisi sta pian piano allentando la morsa, ma il sistema bancario non è ancora del tutto al riparo da fenomeni finanziari di rischio.

Il mercato italiano del capitale di rischio ha ormai da alcuni anni raggiunto i livelli tipici dei paesi finanziariamente più avanzati, facendo registrare una continua crescita sia dal punto di vista quantitativo, cioè in termini di numero di operatori e risorse investite, che sotto il profilo qualitativo, quindi con riferimento alla professionalità degli investitori e al loro livello di specializzazione.